LE COLLINE DI LEONARDO E FIRENZE

Dalla Villa di Cerreto alla città di Firenze

Ville interessate: Villa di Cerreto Guidi, Villa di Artimino, Villa La Magia, Villa di Poggio a Caiano

Un itinerario che permette di conoscere i luoghi del genio di Vinci in rapporto alle ville del Montalbano e alla sua formazione nella Firenze medicea del ‘400.

 

MEZZO DI TRASPORTO CONSIGLIATO
Auto

TAPPE
4 Tappe

1
PRIMA TAPPA
ANCHIANO

Il nostro itinerario parte dalla casa natale di Leonardo ad Anchiano, località nei pressi di Vinci, dove il genio nacque il 15 aprile del 1452. La casa offre un percorso virtuale dell’opera completa di Leonardo. La colonica collegata al paese di Vinci dalla Strada Verde, che si snoda per tre chilometri percorribili agilmente a piedi, tra vigne e uliveti, ci porta direttamente al Museo Leonardiano.

2
SECONDA TAPPA
IL MUSEO LEONARDIANO A VINCI

Il museo si articola in due sedi: la Palazzina Uzielli e il castello dei Conti Guidi. I musei raccontano le varie sfaccettature del genio mostrandoci gli studi per le macchine da guerra, per il volo, l’architettura e l’ottica. I modelli esposti sono corredati dagli schizzi di Leonardo e da animazioni interattive. Di particolare interesse la sala con la rielaborazione dell’artista delle macchine di Brunelleschi per la costruzione della cupola di santa Maria del Fiore a Firenze.

3
TERZA TAPPA
CHIESA DI SANTA CROCE A VINCI

Nel centro di Vinci, a pochi passi dai musei, si può visitare la duecentesca chiesa di Santa Croce. Qui una lapide ricorda il luogo e la data in cui Leonardo venne battezzato ed è conservato il fonte battesimale quattrocentesco presso il quale Leonardo ricevette il battesimo.

4
QUARTA TAPPA
BIBLIOTECA LEONARDIANA

Sempre a Vinci si può visitare la Biblioteca Leonardiana dove, in copia, sono conservati tutti i codici, i disegni e i documenti redatti da Leonardo. La biblioteca è un centro di documentazione di riferimento per tutti gli studiosi di Leonardo a livello internazionale.

5
QUINTA TAPPA
BACCHERETO

Per gli appassionati di Leonardo, una piccola deviazione, può portarci a Bacchereto nel comune di Carmignano, dove si trova la casa della nonna di Leonardo, Lucia di Pietro di Zoso. Qui Leonardo passò gran parte della sua infanzia.

6
SESTA TAPPA
FIRENZE E GLI UFFIZI

Per comprendere appieno l’opera di Leonardo bisogna percorrere le vie di Firenze e visitare i luoghi che lo hanno ispirato nella sua gioventù. Dai cenacoli fiorentini del Ghirlandaio e Andrea del Castagno alla Sala del Gran Consiglio a Palazzo Vecchio dove Leonardo si contrappose a Michelangelo nella Battaglia di Anghiari, non arrivata fino a noi, per passare al Gabinetto disegni e stampe degli Uffizi dove sono conservati disegni e bozzetti.
La Galleria degli Uffizi è una tappa obbligata per ammirare le opere giovanili di Leonardo, prima del suo trasferimento alla corte di Ludovico il Moro nel 1482. Il Battesimo di Cristo del Verrocchio, maestro alla cui bottega Leonardo si forma, mostra la mano del giovane Leonardo nella testa dell’angelo a sinistra e nello sfumato del paesaggio. L’Annunciazione del 1472 e l’Adorazione dei Magi del 1481 sono gli altri capolavori esposti che colpiscono per tecnica e scientificità.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca