LUCCA

rivivi il passato ricco di arte, storia e cultura

Piccola, appartata, incantevole, Lucca è come avvolta nell’abbraccio della sua cinta muraria bastionata, costruita tra il XVI e il XVII secolo e trasformata nel primo Ottocento in ombrosa passeggiata, dalla cui altezza si può godere della vista sui tetti e sui monumenti della città.

Oggi centro dinamico, sede di numerosi eventi e manifestazioni (tra cui ad esempio gli annuali appuntamenti con il “Lucca Comics and Games” e con il “Puccini e la sua Lucca Festival”unico festival musicale permanente al mondo, dentro il possente perimetro delle rosse mura che la circondano, Lucca conserva gelosamente l’immagine di antica e armonica città stato, che si coglie al volo osservandola ad esempio dalla Torre Guinigi o salendo i 207 scalini della ancora più alta Torre delle Ore.

Il maggior ricordo della struttura urbanistica di impianto romano è l’ellisse dell’arena dell’anfiteatro, oggi divenuta una delle più belle piazze d’Italia, la “chiusa” e pittoresca Piazza dell’Anfiteatro; dove invece sorgeva il foro romano, il centro della vita della Lucca antica, troviamo oggi la bellissima Chiesa di San Michele in Foro, uno degli esempi più tipici di architettura pisano-lucchese; ricalcano infine i decumani romani i due assi principali del centro, via Fillungo via San Paolino/Santa Croce.

Le altre strette e suggestive vie della città portano fino a Piazza Napoleone e all’ineguagliato complesso monumentale dei SS. Giovanni e Reparata, mentre nel vicino Duomo di San Martino, il principale monumento religioso della città, magnifico esempio di romanico rinascimentale, è conservato il Sarcofago di Ilaria Del Carretto, capolavoro di Jacopo della Quercia.

Lucca è una città illustre e ordinata, immersa in un paesaggio di ulivi e secchi profili di colli, è in posizione più che privilegiata, a pochi chilometri dal mare e dalla costa orlata di spiagge della Versilia, dai territori ricchi anch’essi di storia e di natura della Lunigiana e della Garfagnana e dalle maestose, solitarie, imponenti Alpi Apuane, i cui picchi bianchi di marmo sono suggestiva cornice della zona.

Proprio tra Versilia e Apuane, territorio importante nel Rinascimento per la presenza di giacimenti marmiferi e di miniere di ferro e di argento, ai confini dello Stato voluti da Cosimo I, il Palazzo mediceo di Seravezza rappresenta la volontà di affermazione dei Medici in Toscana.

Gli itinerari

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca